Carnevale di Manfredonia | And The Winner Is…
15529
post-template-default,single,single-post,postid-15529,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive

And The Winner Is…

Ieri sera al “Miramare” la proclamazione dei vincitori e l’irresistibile live show di Jerry Calà. Annunciate le date del 2017: 11 febbraio- 5 marzo

Dopo quindici intesi giorni di eventi Manfredonia si è congedata dalla 63^ edizione del Carnevale con la tradizionale proclamazione dei vincitori, cerimonia alla quale quest’anno l’Agenzia del Turismo, coordinata dall’Amministratore Unico Saverio Mazzone con il supporto dell’Amministrazione comunale del sindaco Angelo Riccardi, ha voluto far assumere i contorni di una piacevole festa pubblica che ha potuto contare sul valore aggiunto di un fuoriclasse dello spettacolo nazionale, Jerry Calà, idolo apprezzato e sempre in voga da almeno tre generazioni.

Cornice dell’ultima grande notte di questa edizione è stato il suggestivo stadio “Miramare”, dove è andato in scena uno spettacolo inteso e sorprendente durato più di tre ore, dapprima con le esibizioni coreografiche di Gruppi mascherati ed Istituti scolastici e, poi, con l’adrenalinico show “Una vita da libidine!” di Jerry Calà, riuscito a far divertire, cantare e ballare tutto il pubblico con i suoi intramontabili evergreen. La verve dello showman è intatta e perfettamente in sintonia con il clima scanzonato e goliardico del Carnevale sipontino, che ha sorpreso e galvanizzato lo stesso Calà.

Momenti clou, ovviamente, la proclamazione dei vincitori di questa edizione della kermesse. Nella categoria Gruppi mascherati a trionfare è l’Associazione Magicaboola con il gruppo “Le mille e un.. Carnaval”, a seguire in graduatoria l’Associazione “Coltiviamo l’amicizia” con “50 sfumature di…”, l’Associazione San Michele” con “Sjm tanda pedin… ind i men d chiche jun” e  l’Associazione “Euphoria” con “Zè Peppe a Rio”. Invece, nella categoria Istituti scolastici sul gradino più alto è salito il Liceo “Roncalli” con “Tra sogno e realtà: Le storie del grande regista Tim Burton”; a seguire il Liceo Cassico “A. Moro” e Liceo Scientifico “G. Galilei” con “Masked Comedy”  e  l’Istituto Alberghiero I.P.S.S.A.R Michele Lecce di San Giovanni Rotondo con “Yin e Yang China”.

Altresì, l’Associazione “Magicaboola” si è aggiudicata anche i trofei “Matteo Arena” ( gruppo più originale e coreografico) e “Luci nella Notte” (gruppo che ha meglio valorizzato l’illuminazione presente sui vestiti nelle esibizioni in notturna). A consegnare gli ambiti riconoscimenti l’Avv. Stefano Pecorella Presidente del Parco Nazionale del Gargano. Invece, il Trofeo “Tinella Capurso” ( costume più bello ed originale) è stato assegnato all’Associazione “Coltiviamo l’Amicizia” ed il trofeo “Tonino Catalano” (per l’esecuzione musicale più rappresentativa dello spirito carnevalesco) all’Associazione “Euphoria”. A consegnare questi due riconoscimenti è stato Francesco De Feudis, Amministratore Unico di “A.S.E. Spa”. Tra un’esibizione coreografica e l’altra dei gruppi mascherati sono stati premiati i maestri cartapestai per il grande lavoro di inventiva ed artigianalità messo in campo anche quest’anno. L’Avv. Tonio Leone, componente del Consiglio Superiore della Magistratura, ha consegnato i riconoscimenti alle Associazioni “COMPAGNIA DEL CARNEVALE” con “Se la canta e se la suona”, “ARTISTI DELLA CARTAPESTA” con “Mattiu’ cumman semp tu”, “NON SOLO ARTE” con “La gaia terra”, PROGETTI FUTURI con “Dov’ è finito Peter Pan?”.

Il premio “Fair Play”  è andato all’Associazione “San Michele”, mentre una menzione particolare è stata conferita al giovane gruppo fuori concorso “Blackout” con la loro apprezzatissima rivisitazione di “Star Wars – Studenti Stellari”. A consegnare entrambi i riconoscimenti è stato Fabio Porreca, Presidente della Camera di Commercio di Foggia.

Eletta anche la “Principessa del Carnevale”. L’ambito titolo di bellezza è andato alla quattordicenne Sharis Borgomastro, riuscita ad affermarsi su venti rappresentanti della rinomata femminilità sipontina. Ad incoronarla Antonio Conoscitore, Consigliere comunale con delega ai rapporti con l’Agenzia del Turismo.

In apertura di serata spazio ai “Capitani coraggiosi” del Carnevale, coloro che hanno reso possibile il rilancio di tradizioni ed eventi dei vecchi carnevali sipontini, elementi che l’Agenzia del Turismo ha voluto come pilastri della 63^ edizione: Bruno Mondelli per aver ripristinato la tradizione della socia di “Arco Boccolicchio”, Salvatore Esposito per l’arrivo, il matrimonio e il funerale di Ze Pèppe e Franco Rinaldi per il suo “Amarcord” dei carnevali passati. A rendere loro omaggio è stato Gianni Rotice, Presidente di Confindustria Foggia.

“Un Carnevale rinvigorito e tornato agli antichi splendori, grazie all’intuizione e volontà di voler essere una grande festa di piazza – ha dichiarato con soddisfazione l’Amministratore Mazzone -. Quella di Manfredonia è una kermesse fortemente radicata alla sua identità e tradizione, come una sorta di magico rito tribale. Manfredonia in queste settimane è stato un libro aperto che ha raccontato a diverse migliaia di stupiti spettatori una storia vera e fantastica. Su questi elementi si incardina il Carnevale del futuro. Ringrazio di cuore tutti quelli che hanno contribuito alla grande riuscita della kermesse, che si è rivelata anche importante occasione per dare respiro all’economia locale e promuovere turisticamente la nostra straordinaria terra”.

Già è tempo di pensare alla 64^ edizione in programma dall’ 11 febbraio al 5 marzo 2017.

No Comments

Post A Comment